E LA STORIA CONTINUA

La prima metà del Novecento dall'esperienza diretta di chi visse qui.


E LA STORIA CONTINUA

Continuiamo la descrizione del Lido delle Nazioni parlandovi della prima metà del Novecento che trascorse qui senza che ci fossero cambiamenti epocali. Nel parlarvi di questo periodo di storia per la verità abbiamo avuto un testimone d’eccezione: il signor Farinelli Guido nato da queste parti nel 1914, vissuto tra queste dune sabbiose per tutta la sua vita e scomparso qualche mese fa alla bella età di 104 anni nella sua vecchia casa del Lido. Ci siamo sempre immaginati dai suoi racconti come poteva essere l’ambiente e i suoi abitanti in quel periodo, e lui ci spiegava sempre con dovizia di particolari che con l’andare degli anni erano sorte un po’ per volta delle cascine sparse qua e là tra le “motte”, collegate tra loro da sentieri sterrati, e le principali risorse di sostentamento per le famiglie che vi abitavano erano la vite, la cui coltivazione si estendeva fin sulla odierna spiaggia, la caccia, che era sviluppatissima per l’abbondanza di selvaggina e, ovviamente la pesca. La spiaggia era molto più arretrata rispetto ad oggi ed arrivava oltre le dighe. Ci furono raccontate anche molte particolarità sulla vita degli abitanti, ad esempio che i bambini di allora, esattamente come quelli di oggi, aspettavano l’estate con impazienza per fare i bagni in mare e i giochi sulla sabbia, mentre i giovani si dovevano adoperare ogni domenica a fare Km. e Km. a piedi per raggiungere luoghi di aggregazione o improvvisate sale da ballo dove fare incontri con le ragazze. Le comodità più banali tipo l’acqua potabile o l’illuminazione non era proprio nel loro quotidiano e neppure nelle loro prospettive immediate per cui per esempio gli abitanti (ma anche i Comacchiesi) dovevano recarsi periodicamente a fare rifornimento di acqua nel vicino paese di S. Giuseppe dove c’era una fontana pubblica a cui ricorrevano tutti. Ancora oggi, da molti anziani e non , questo paese viene chiamato “La Funtana” in ricordo del suo ruolo di “smistamento” dell’acqua alla popolazione circostante. La vita quindi trascorse qui senza scossoni fino alla fine degli anni ‘50 quando, allora sì, arrivarono cambiamenti epocali! Il turismo stava bussando alle porte e niente sarebbe stato mai più lontanamente come prima.


Contattaci per informazioni

Contattaci senza impegno per informazioni su immobili in vendita o affitto al Lido delle Nazioni.


deltacommerce
Informativa estesa sull'uso dei cookies